ECCO PERCHÉ IL RUMORE DELL’ACQUA STIMOLA LA PIPI!

RUMORE DELL'ACQUA

E’ UNA COSA CHE ACCADE A TUTTI, MA PERCHÉ IL RUMORE DELL’ACQUA CHE SCORRE CI FA VENIRE VOGLIA DI FARE PIPI?

Secondo gli psicologi fin dall’infanzia impariamo a identificare il rumore della pipì con il suono dell’acqua che scorre, sarebbe quindi questa associazione sonora fra acqua e pipì a stimolare in noi il riflesso condizionato di liberare la vescica.

È poi indubbio che svuotare la vescica piena generi un senso di benessere e liberazione; fin da piccoli colleghiamo, infatti, quella sensazione positiva al rumore dell’urina.

Dunque lo scrosciare dell’acqua, simile al suono della pipì, ci rievoca il ricordo di uno stato di appagamento e provoca in noi una reazione automatica: il bisogno di far pipì.

A volte basta aprire il rubinetto del lavandino. Pochi secondi e il rumore dell’acqua a corrente ci suggerisce che è tempo di svuotare la vescica.

Secondo gli psicologi e molti urologi, si tratta di un riflesso condizionato. Siamo infatti abituati sin da piccoli ad associare lo scrosciare dello sciacquone all’atto di fare pipì.

Per spiegare cosa accade nella nostra testa occorre scomodare gli esperimenti sui cani condotti dal fisiologo russo Ivan Pavlov, lo scopritore del riflesso condizionato, detto anche riflesso pavloviano.

Nel corso dei suoi studi sui processi digestivi, che gli valsero il premio Nobel per la medicina nel 1904, Pavlov dimostrò che era possibile far venire “l’acquolina in bocca” a un cane attraverso un segnale che favorisse il ricordo del cibo vero e proprio.

Pavlov aveva notato che la produzione di saliva nei cani da lui utilizzati in alcuni esperimenti aumentava puntualmente a mezzogiorno, quando questi sentivano il suono delle campane di Pietroburgo, che preannunciavano il pasto.

L’associazione tra lo scampanio e la presentazione del cibo aveva appunto creato un riflesso condizionato: proprio l’acquolina in bocca. Tali osservazioni servirono a dimostrare che il cervello controlla anche i comportamenti fisiologici e non solo quelli sociali.

Precedente 7 TRUCCHI PER CAPIRE SE TI STANNO MENTENDO Successivo 10 CURIOSITA CHE (FORSE) NON SAPEVI SUL SESSO