Le coppie felici non postano selfie su Facebook. Ecco perchè.

coppie felici

Sembra che le coppie felici postino meno dettagli della loro storia sui sociale. Ecco i motivi:

Molti opinionisti e psicologi sono d’accordo: le coppie veramente felici postano pochi dettagli della loro storia, e tendono a condividere meno selfie di coppia, o in generale meno fotografie e fatti intimi. Le coppie meno felici, invece, tendono a postare di più, non tanto dettagli personali, ma fatti e immagini che riguardano la coppia nel suo insieme. Ma perché succede? Ci sono almeno 6 motivi…

1. Le coppie felici non hanno tempo per i social

Chi è veramente impegnato ad amarsi e a pensare all’altro non sta lì a badare troppo a fare selfie e postare resoconti intimi della vita di coppia. Le persone felici tendono di più a vivere il momento e goderselo, e non interrompono quei momenti preziosi per guardare il telefono e postare un selfie di coppia su Instagram.

2. Le condivisioni sui social network vogliono solo convincere gli altri

Chi sta bene con il partner non ha bisogno di convincere nessuno della sua felicità. Spesso i post su Facebook o sugli altri social hanno una motivazione psicologica profonda: vogliono trasmettere una certa immagine di noi, per convincere noi stessi convincendo prima gli altri. Le coppie che postano troppi selfie sorridenti, insomma, vorrebbero convincere gli altri della propria felicità, e attraverso gli altri, se stessi.

coppie felici

3. Chi posta troppo sui social in genere è insicuro e narcisista

Postare troppo sui social, in solitaria o in coppia, è spesso indice di grande insicurezza, o narcisismo. Vedere tanti like su una foto o un pensiero condiviso sui social rafforza la nostra autostima, perché vediamo l’apprezzamento e la stima degli altri. Ma far dipendere l’autostima dal giudizio degli altri è appunto indice di grande insicurezza. Dall’altro lato, se una coppia parla troppo di sé sui social è spesso per esibire la propria presunta felicità, come se fosse una gara a chi vive meglio.

4. Condividere i momenti di crisi con gli altri non è un buon modo per gestire le crisi di coppia

Quando le coppie felici litigano, di certo non vanno a raccontare tutto sui social. Le persone più risolte tendono a discutere dei problemi nel privato, senza criticare pubblicamente il partner sul proprio profilo. Discutere aiuta a crescere insieme e superare i problemi, qualunque essi siano. Chi invece tende a condividere pubblicamente i problemi di coppia, solitamente è perché non sa affrontarli e cerca approvazione o sostegno all’esterno del rapporto. Insomma, parlare troppo in pubblico delle crisi di coppia non aiuta a risolverle, anzi.

5. Le coppie felici non hanno niente da dimostrare a nessuno

Siamo felici, e questo ci basta. Questo è ciò che pensano le coppie felici, anche se non lo sanno. A una coppia felice non interessa l’opinione di nessuno, neanche dei familiari e degli amici. La felicità basta a se stessa. Invece, chi cerca troppo l’approvazione o l’opinione degli altri forse non è così felice come pensa. Non in quella coppia almeno.

coppie felici

6. Le persone che usano meno Facebook sono più felici (lo dice la scienza!)

L’uso eccessivo di Facebook porta alla depressione e all’infelicità. Lo dice una ricerca congiunta di due Università illustri, quella di Palo Alto e la Houston University. Insomma, forse una base scientifica a questa verità c’è. Chi usa troppo i social network si espone troppo al confronto con gli altri, e questo può portare a farlo sentire meno felice. Si sa che su Facebook e Instagram viene esibita una vita troppo felice per essere vera, forse un po’ finta o artefatta. Però non sempre ci ricordiamo di questo fenomeno, e stando sempre sui social pensiamo che gli altri siano più felici di noi. Lo stesso vale per la vita di coppia: mostrarla troppo sui social e confrontarla a quella delle altre porterebbe solo a insoddisfazione e infelicità.

(Fonte Elle)

Precedente PERCHÉ LA STORIA DI FABRIZIO BRAMBILLA E' UNA SCEMENZA. Successivo TEST - Questa immagine rivela la tua personalità in 2 minuti. Ecco come.