E’ la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore

Giornata Mondiale del Libro

Capita una volta all’anno ed è il giorno dedicato ad un oggetto che rischia sempre di più di sparire a causa della tecnologia: E’ la Giornata Mondiale del Libro.

Proclamata come ogni anno per il 23 aprile, è ormai un appuntamento fisso fondamentale nel calendario delle manifestazioni culturali italiane italiane e internazionali.

L’iniziativa, fortemente voluta dall’UNESCO, è una sorta di celebrazione mondiale a libri ed ai loro autori che incoraggia tutti, in particolare i giovani.

L’obiettivo principale è quello di invitare le persone a riscoprire il piacere della lettura “vecchio stile”, mettendo da parte anche solo per un giorno i cellulari e i tablet e riscoprendo il piacere di sfogliare un libro vero e proprio.

In tutto il mondo si mobilitano delle Commissioni Nazionali UNESCO, Club UNESCO, Centri e Associazioni, Scuole e Biblioteche mettendo in atto una serie di eventi finalizzati alla riscoperta principalmente da parte dei giovani dei libri.

La prima edizione della Giornata Mondiale del Libro si è tenuta nel 1996 a seguito di una risoluzione dell’Unesco (l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura) dell’anno precedente. Da allora viene istituita ogni anno il 23 aprile con numerose manifestazioni che si tengono in tutto il mondo. Con questa giornata l’Unesco vuole rendere omaggio al libro come strumento di educazione e confronto, ma anche far riflettere sulla situazione degli autori e dell’editoria, evidenziandone prospettive (difficili) e problemi (tanti).

GLI EVENTI

Flash-mob, incontri, iniziative di ogni genere su tutto il territorio nazionale e in tutto il mondo, con il coinvolgimento di migliaia di bliblioteche, autori e lettori. In Italia la Giornata del libro dà il via a Il Maggio dei Libri, la campagna nazionale del Ministero per i Beni culturali nata nel 2011 con l’obiettivo di sottolineare il valore sociale della lettura come elemento chiave della crescita personale, culturale e civile.
E dall’estero arriva invece una curiosa novità: nella notte tra il 22 e il 23, durante la World Book Night, volontari e appassionati  inglesi e americani saranno impegnati nella donazione di centinaia di migliaia di libri a persone che, per qualsiasi ragione, non leggono o non posseggono libri. L’amore per la lettura si può trasmettere in molti modi.

Curiosità sulla Giornata Mondiale del Libro

La tradizione vuole che proprio nel giorno di San Giorgio ogni uomo doni una rosa alla sua donna. Così ancora oggi i librai della Catalogna usano regalare una rosa per ogni libro venduto il 23 aprile. E a Barcellona la tradizionale passeggiata per le Ramblas invase di banchetti pieni di libri e di rose è uno degli eventi più suggestivi dell’anno.

La capitale mondiale del libro

Ogni anno, l’UNESCO e le organizzazioni internazionali che rappresentano i tre principali settori dell’industria del libro – editori, librai e biblioteche, scelgono la capitale mondiale del libro per un periodo di un anno, con decorrenza dal 23 aprile. Per quest’anno è stata scelta La città di Port Harcourt , in Nigeria, “a causa della qualità del suo programma, in particolare la sua attenzione ai giovani e l’impatto che avranno  i libri, la lettura, la scrittura e la pubblicazione sul miglioramento del tasso di alfabetizzazione della Nigeria”.

Non solo un evento simbolico

La Giornata mondiale rappresenta un’occasione per sottolineare l’importanza del libro nella nostra vita. Un’opportunità, soprattutto in tempo di crisi, per ribadire che la promozione della lettura è un obiettivo concreto per la crescita economica e lo sviluppo della democrazia. Senza dimenticare che la protezione della proprietà intellettuale tramite il copyright è tema molto attuale per il continuo dilagare della pirateria.

Precedente Apre una finta hamburgeria, ma in realtà è un McDonald's e nessuno se ne accorge! [VIDEO] Successivo 10 Cose che (forse) non sai su WhatsApp