Crea sito

Insonnia da Coronavirus, come combatterla con rimedi naturali.

insonnia

L’emergenza sanitaria aumenta i livelli di ansia ed è normale in questi giorni soffrire di insonnia. Ecco alcuni rimedi naturali.

Non riesci a dormire? Ti giri e ti rigiri nel tuo letto fino a tarda notte, ma non riesci a chiudere occhio? Tutto normale. I ritmi della quarantena, la mancanza di attività fisica e soprattutto l’ansia e lo stress di questo periodo possono influenzare negativamente i nostri ritmi di veglia sonno.

Per provare a ristabilire il bioritmo naturale è possibile provare alcuni rimedi naturali che possono aiutareci a riposare meglio.

Curare l’insonnia con le erbe aromatiche.

insonnia

La Menta

La menta ha proprietà rilassanti ed un grande antidepressivo. Bere una tisana alla menta prima di andare a letto è un ottimo rimedio all’insonnia ed aiuta a sentirsi meglio. In particolare la menta ha potere di tirarci su quando ci sentiamo delusi da qualcuno o qualcosa.

insonnia

Il Rosmarino

Il rosmarino può essere un ottimo alleato dopo una giornata particolarmente faticosa quando si è talmente stanchi da non riuscire a dormire. Questa aroma naturale aiuta ad alleviare gli effetti della stanchezza ed aiuta a tirare su il morale.

insonnia

La Valeriana

Le proprietà benefiche della valeriana sono note ed è uno dei rimedi casalinghi più usati contro l’insonnia. Questa pianta dalle foglie profumate è l’antistress per antonomasia ed il suo profumo oltre che rilassare, purifica l’aria.

insonnia

La Passiflora

La Passiflora è un altro classico rimedio all’insonnia, le cui proprietà benefiche sono molto conosciute sopratutto come calmante. Questa pianta è un vero e proprio antispasmodico naturale in grado di rilassare la muscolatura liscia dell’utero, l’apparato gastrointestinale e bronchiale. La passiflora inoltre aiuta a curare anche la cistite nervosa ed allevia i dolori mestruali

La Lavanda

L’efficacia della lavanda è dovuta alla presenza dell’olio essenziale ovvero di linalolo, acetato di linalile, limonene, cineolo, canfora, alfa-terpineolo, beta-ocimene oltre che di tannini, acido ursolico, flavonoidi e sostanze amare. Questi principi attivi donano a questa pianta un azione sedativa e calmante sull’intero sistema nervoso. Oltre a profumare i nostri cassetti quindi, può dare una grossa mano contro l’insonnia.