ALLA COOP IN VENDITA LE POLPETTE DI INSETTO E BURGHER DI LARVE

Insetti da mangiareInsetti da mangiare direttamente in comode confezioni sugli scaffali della Coop. Non è un uno scherzo, ma una realtà che dalla prossima settimana potranno sperimentare in Svizzera. Dal 28 agosto infatti saranno in vendita nei supermercati della famosa catena presente anche in italia i primi hamburgher di insetti destinati al consumo umano.

Berna ha dato l’autorizzazione necessaria per l’importazione di questa nuova tipologia di alimenti che presto potrebbe sbarcare anche in Italia. Per ora saranno solo due le tipologie di prodotti a base di insetti ovvero hamburger e polpette, e saranno disponibili da lunedì prossimo.

L’autorizzazione è stata rilasciata per tre specie di insetti ritenuti commestibili ovvero: il tenebrione mugnaio, conosciuto come larva della farina (Tenebrio molitor), il classico grillo domestico (Acheta domesticus) e le cavallette (Locusta migratoria).

Per ora ne è stata legalizzata la vendita per uso alimentare solo in Svizzera, anche se non si trovano ancora nei negozi o nei ristorani per via di problemi con l’importazione.

Gli insetti dovranno provenire da allevamenti in cui vengono rispettate le rigide norme igieniche imposte dalla legislazione elvetica che saranno sottoposti a controlli severi e rigorosi da parte delle autorità svizzere.

Oggi in una nota, la Coop ha annunciato che i suoi due prodotti a base di insetti saranno in vendita a partire da lunedì prossimo.

E anche se non sono stati resi noti i nomi degli esportatori, il loro Paese e chi siano gli importatori, si sa tuttavia che questi ultimi si riforniscono nei Paesi Bassi e in Francia.

Arriveranno anche in Italia questi prodotti? Non ci resta che attendere per vedere come saranno accolti dai cittadini svizzeri, ma per ora ci sembra improbabile che l’Italia, patria della cucina mediterranea, decida di introdurre nella sua dieta degli insetti da mangiare.

E voi, lo preparereste un hamburger di larve ai vostri bambini?

Precedente IN ARRIVO LA FINE DEL GRAN CALDO. ECCO QUANDO SI ABBASSERANNO LE TEMPREATURE Successivo PERCHÉ LA STORIA DI FABRIZIO BRAMBILLA E' UNA SCEMENZA.