10 COSE CHE (forse) NON SAI SUL NATALE

Chi ha “inventato” Babbo Natale? Chi ha creato il primo “albero”? erché si mettono le palline sull’albero di Natale?? Ecco la risposta a queste domande ed altre cose che (forse) non sai sul Natale:

Natale

IN FRANCIA I REGALI VENGONO MESSI NELLE SCARPE

In Italia la tradizione vuole che la notte della vigilia Babbo Natale dopo essere entrato dal camino lasci i doni per tutta la famiglia sotto l’albero, ma non è così ovunque. In Francia ad esempio c’è l’usanza di lasciare i doni nelle scarpe dei bambini!

babbo_natale_coca_cola

PERCHE’ BABBO NATALE E’ VESTITO COSI?

L’anziano signore vestito di rosso, che viaggia sulla slitta volante e consegna i regali ai bambini nasce non molti anni fa come protagonista di una campagna pubblicitaria.
Un creativo di nome Sundbolm infatti inventò la figura di Babbo Natale per pubblicizzare la famosa bevanda Coca Cola.

Non è affatto un caso che i colori degli abiti di Babbo Natale sono gli stessi del famoso marchio. E’ stata la Coca Cola a creare per prima l’immagine di Babbo Natale che tutti conosciamo, vestito in quel modo ed ha anche creato l’iconografia della slitta volante con le renne. Fino ad allora infatti nella tradizione popolare, Santa Claus consegnava doni ai bambini buoni in sella ad un cavallo bianco.


QUAL’ E’ IL REGALO DI NATALE PIÙ GRANDE DEL MONDO?

La Statua della Libertà è stato il regalo di Natale più grande del mondo La famosa statua. simbolo della città di New York fu donata dal popolo francese agli Stati Uniti d’America proprio nel giorno di Natale come segno di amicizia fra i due popoli. In pochi, che inizialmente la statua non poggiava sull’attuale basamento a forma di stella, a causa della mancanza di fondi. La base fu costruita in seguito per volere dei cittadini di New York utilizzando i fondi di una sottoscrizione pubblica.

inaugurazione-stella-cometa-palazzolo-natale-2015-5

PERCHÉ’ LA STELLA COMETA VIENE RAPPRESENTATA CON “LA CODA”?

E’ uno dei primi disegni che si insegnano a scuola quello della stella cometa con dietro la famosa coda, ma il primo a rappresentare cosi la stella che guidò i pastori fu nientemeno che Giotto. Fu lui il primo pittore a disegnare la stella cometa con la coda nel 1299. Il famoso artista dipinse la cometa con una sfavillante scia di luce alle sue spalle. discostandosi dall’iconografia tradizionale che rappresentava la stella cometa come una sorta di rosa dei venti con molte punte.

nuovo-2-1-m-210-cm-fabbrica-diretta-di-crittografia-albero-di-natale-verde-albero-sacro

CHI HA INVENTATO L’ALBERO DI NATALE ARTIFICIALE?

Il primo Albero di Natale artificiale è stato realizzato in Germania e per addobbarlo non furono utilizzate le classiche palline. L’albero infatti fu decorato in maniera piuttosto eccentrica utilizzando delle piume d’oca tinte di verde!

bastoncino-natale

PERCHÉ’ I BASTONCINI DI ZUCCHERO HANNO QUELLA FORMA?

C’è una una vera e propria leggenda dietro la nascita del famoso bastoncino di zucchero a strisce rosse e bianche. Pare infatti che sia stato creato da un pasticciere molto religioso che avrebbe voluto a modo suo omaggiare la nascita del bambinello. Il bastoncino infatti avrebbe la funzione particolare di ricordare l’iniziale di Gesù. Capovolgendolo infatti si trasforma magicamente nella lettera ‘J’, iniziale proprio del nome ‘Jesus’.

panettone-milanese
DA DOVE VIENE LA PAROLA “PANETTONE”?

Sembra che la parola “panettone” non sia stata scelta a tavolino, ma sia nata per caso a seguito di un errore. Sembra che la parola panettone derivi da da Pan di Ton ovvero un dolce inventato dall’aiuto cuoco della famiglia Sforza per rimediare ad un pasticcio culinario!

regali-natale-bambini-645x330

I GIOCATTOLI DI NATALE SI ROMPONO SUBITO “PER LEGGE”

La “vita breve” dei giocattoli regalati per natale sembra segua una precisa legge statistica. Si stima che ogni anno il 40% dei giochi regalati a Natale ai bambini si romperanno entro 3 mesi.

palline-di-natale

PERCHÉ’ SI APPENDONO PALLINE SULL’ALBERO DI NATALE?

Le palline colorate poste sull’albero di Natale simboleggiano le abilità di un vecchio giocoliere. La tradizione vuole che, a Betlemme, un artista di strada si esibisse durante il famoso censimento per pochi spiccioli. L’artista essendo molto povero si rammaricò di non avere nulla da offrire al Bambino Gesù e decise di offrirgli la sua arte allestendo uno spettacolo di giocoliera solo per lui. Secondo la leggenda l’artista fu talmente bravo da riuscire con le sue palline colorate, a far sorridere il Bambin Gesù.

Precedente 8 cose che (forse) non sai su Hitler Successivo 6 Cose che (forse) non sai sui soldi